Imprenditoria giovanile

E’ una misura della Regione Umbria. Per prima cosa dovremo capire di cosa parliamo quando citiamo l’imprenditoria giovanile.

Beneficiari

Società e imprese individuali costituite da non più di 365 gg. dalla data di presentazione della domanda con sede legale, amministrativa ed operativa nelle Province di Perugia e Terni e senza obblighi di pagamento insoluti nei confronti della Pubblica Amministrazione, aventi i seguenti requisiti:

  • titolari delle imprese individuali con età compresa tra i 18 e i 35 anni, non dipendenti pubblici;
  • società, con soci di età compresa fra i 18 e i 35 che rappresentino almeno il 50% del totale; siano titolari di quote o di azioni per almeno il 50% del capitale sociale; abbiano residenza nel territorio della Regione Umbria;
  • per le donne che intendono reinserirsi nel mercato del lavoro (iscritte alle liste di collocamento da almeno un anno e con attività lavorativa pregressa e continuativa per almeno 2 anni) il limite di età può essere innalzato a 40 anni.

Spese ammissibili: macchinari, attrezzature, impianti, brevetti, licenze, marchi, nonché per ristrutturazione di fabbricati strumentali alle attività di impresa; spese di costituzione, spese di affitto 1° anno; oneri finanziari su operazioni di breve periodo; spese per concessioni di garanzie su finanziamenti.

Tipologia e misura delle agevolazioni

A – Contributi a fondo perduto finalizzati a:

  • copertura integrale degli oneri sostenuti per la costituzione dell’impresa (atto notarile per società), sino ad un massimo di 1.300,00 €;
  • copertura fino ad un massimo del 50% dei costi sostenuti nel primo anno di attività (e comunque per un importo non superiore a 10.000,00 €) relativamente a spese di locazione di immobili strumentali all’attività di impresa; oneri finanziari derivanti da operazioni di finanziamento a breve termine; acquisizione di servizi di consulenza specialistica;
  • copertura integrale, nel limite massimo di 7.000,00 €, dei costi sostenuti per la concessione di garanzie sui finanziamenti bancari.

B – Anticipazione/rimborso interessi su finanziamenti:

  • anticipazione a tasso zero fino ad un massimo del 75% della spesa ammessa per investimenti compresi tra 16.001,00 € e 66.667,67 € (ovvero da un minimo 12.000,00 € fino ad un massimo di 50.000,00 €);
  • contributo per l’abbattimento del tasso d’interesse (nella misura massima di 5 punti del tasso di interesse stabilito dal Ministero competente) su finanziamenti bancari a medio e lungo termine per investimenti compresi tra 66.667,67 € e 130.000,00 €.

Scadenza presentazione domande: 2017.

Per informazioni:
Ufficio Incentivi
incentivi@cnaumbria.it

avanti-def